Il Mindset efficace per lə psicologə e psicoterapeuta che vuole crescere online

In questa guida scoprirai il corretto mindset che dovresti avere se ti approcci al mondo del marketing digitale per non sprecare tempo, risorse e soldi. 

Comprenderai:

  • come il marketing può essere il tuo più grande alleato per aumentare il numero di pazienti in studio;
  • come migliorare l’approccio mentale per migliorare i tuoi risultati;
  • su quali attività che possono davvero fare la differenza ti devi concentrare.

Sei prontə? Si comincia!

Prima di tutto però mi presento… del resto, chi sono io per parlarti del corretto atteggiamento mentale che unə psicologə o unə psicoterapeuta dovrebbe avere?

Ecco…

Ciao, sono Flavia Tallarico!

Sono una Psicologa della Comunicazione, una Consulente di Web Marketing e un’Imprenditrice Digitale e – oltre a lavorare sulle mie attività personali – aiuto psicologз, psicoterapeutз e studi associati a crescere sul web in termini di visibilità e profitti.

Era il 2019.

Ero appena tornata in Italia dopo alcuni mesi vissuti a New York e in India alla ricerca di me stessa.

Dovevo ricominciare. Ma non avevo soldi, non avevo tanta esperienza clinica e nemmeno grandi possibilità. 

L’unica certezza che avevo è che volevo aiutare le persone a vivere la vita che desiderano.

E, dopo una serie di riflessioni, ho iniziato a mettere le mie competenze in ambito digital, comunicativo e di marketing, che avevo maturato in esperienze lavorative passate, al servizio di altrз psicologз e psicoterapeutз che cercavano di crearsi una reputazione online per trovare nuovi pazienti. 

E sai una cosa? 

Da quel giorno questa è diventata la mia missione. 

Per questo, quando ho iniziato a fare seriamente questo lavoro, ho dovuto cambiare il mio approccio mentale alla nostra professione perché quello che avevo mi ostacolava nel raggiungimento dei risultati che desideravo. 

Non è stato facile. Credimi. 

Nessuno mi aveva insegnato ad avere una modalità di pensiero corretta. 

Ma solo lavorando giorno dopo giorno, lasciandomi ispirare e guidare dai miei mentori, sono arrivata ad avere un mindset che mi permettesse di ottenere i risultati che volevo per me e per i miei clienti. 

E, oggi, questo tipo di approccio mentale efficace lo chiamo Psico Shift Mindset.

Psico shift cheeeeeee???

Un cambio di prospettiva!

Mi riferisco alla capacità di attuare un cambiamento nella nostra testa e “switchare” verso modelli di comportamento efficaci.

Oggi voglio condividerlo con te per evitarti tutti gli errori che ho commesso in passato e che hanno rallentato la mia crescita.

Lascia che ti racconti meglio nelle prossime come questo shift di pensiero possa aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

Partiamo da una premessa.

Il marketing è uno dei migliori strumenti che hai a disposizione per aumentare il numero di pazienti in agenda.

Il marketing è un mezzo potente, sta a noi utilizzarlo in modo etico.

In Italia molti psicologз e psicoterapeutз trovano discutibile fare marketing perché lo associano, in modo errato, a pubblicità ingannevoli e/o a una svalutazione della professione, senza rendersi conto della forza dello strumento che hanno a disposizione. 

La pensi anche tu così?

Continua a leggere perché ti renderai conto che in realtà il marketing non è un nemico da combattere, anzi può diventare il tuo più grande alleato se desideri aumentare il numero di pazienti in studio.

Come scrive Seth Godin, uno dei più autorevoli esperti di marketing del mondo, “Il marketing è l’atto generoso di aiutare qualcuno a risolvere un problema. Il suo problema.”

Intento nobile, non credi? 

Infatti, il modo più sano ed efficace di fare marketing è quello di pensare di essere artefice di un cambiamento positivo nell’altro. 

Il marketing aiuta le persone a diventare chi cercano di diventare: si basa sulla creazione di una relazione e la capacità di portare le persone a realizzare se stesse. 

Una sola regola fondamentale: 

generare una trasformazione positiva nelle persone offrendo valore e creando con loro una relazione basata sull’empatia e la fiducia. 

Questo tipo di marketing non ha nulla a che vedere con l’idea di manipolare o ingannare le persone, ma individua un bisogno e crea valore per soddisfarlo attraverso un prodotto o un servizio.

E unə professionista seriə come te (che si occupa di promozione e tutela della salute psicologica e del benessere emotivo delle persone) non solo ha la possibilità ma addirittura il dovere di individuare quali siano i reali bisogni dei suoi potenziali pazienti, in modo da poter realizzare e mettere a loro disposizione un servizio che possa davvero aiutarli a risolvere i loro problemi e a stare meglio.

Scrivilo su un postit e attaccalo sul frigorifero per ricordartelo ogni giorno perchè è di estrema importanza: 

ogni psicologə e ogni psicoterapeuta ha il dovere di aiutare le persone a realizzare i loro obiettivi di trasformazione offrendo soluzioni costruite sulle loro esigenze. 

Quindi inizia a domandarti come puoi farlo. 

Quali sono i valori su cui fondi la tua attività professionale? 

Sei tu, la persona che sei e i valori che hai a determinare l’eticità delle tue azioni. 

Il marketing è solo un mezzo, che se interpretato nel modo più corretto e autentico può permetterti di raggiungere i risultati di visibilità o fatturato che desideri, ma sta a te decidere come usarlo. 

Ora voglio dirti un’altra cosa che so che probabilmente scatenerà la tua indignazione e ira, o quella di qualcun altro, ma non posso non dirti la verità e quello che penso.

Il marketing e la psicologia sono più simili di quello che pensi!

Okay, adesso se non sei cadutə dalla sedia per lo shock e stai ancora leggendo, dammi un pò di fiducia e ti spiegherò cosa voglio dire.

Te la senti?

Abbiamo detto prima che il marketing è l’atto generoso di aiutare le persone a diventare chi vogliono diventare, che si basa sul portare cambiamento positivo e valore alle persone, sul creare relazioni sincere di fiducia e individuare i bisogni reali delle persone. 

Beh, tutto questo non ti sembra che in qualche modo lo faccia anche la psicologia?

Sia il marketing che la psicologia cercano di capire i propri clienti o potenziali clienti, di assumere il punto di vista dell’altro e aiutarlo a sentirsi meglio.

Hanno in comune lo studio delle interazioni umane ed entrambi cercano di comprendere le emozioni, i bisogni, i desideri, le motivazioni e le risposte comportamentali delle persone. Tutti e due, quindi, si basano sull’empatia, sulle relazioni e la capacità di portare le persone a realizzare se stesse.

Wow!

Credo che una delle cose più belle di entrambe queste professioni sia proprio quella di essere di aiuto a qualcuno e leggere nei suoi occhi una nuova energia.

Sia lə psicologə che lə psicoterapeuta che il marketer mettono a fuoco un cambiamento positivo che vorrebbero vedere e provano a realizzarlo con gli strumenti che hanno a disposizione, diversi per le due professioni – ovviamente.

Ma cosa ti serve per comunicare il messaggio del cambiamento positivo che vuoi apportare nel mondo?

Lo Psico Shift Mindset è l’approccio di cui non sapevi di avere bisogno.

Inizia a renderti conto che sei un*imprenditorə.

Lo avrai capito… 

Con questa guida non voglio parlarti in modo tecnico delle competenze necessarie che dovresti acquisire per operare nel mondo digitale. 

Ma voglio disegnare un nuovo mindset indispensabile per poter sfruttare le possibilità che hai davanti a te. 

Perché un approccio mentale errato è il più grande ostacolo per il raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Per questo voglio farti una domanda:

per poter svolgere la tua professione hai dovuto aprire partita iva?

Allora forse non te ne sei accortə, ma hai avviato un’impresa. 

Hai messo su un’attività imprenditoriale a tutti gli effetti.

Che ti piaccia o no, che tu ne sia consapevole o meno, sei diventatə un*imprenditorə. 

Più precisamente un*imprenditorə di te stessə… e diventarne consapevole è il primo passo da fare per cambiare mindset.

“Flavia ma che significa? Io non so come si fa.”

E hai ragione: imprenditorз di se stessз non si nasce. Si impara, si apprende strada facendo: sbagliando e ricominciando. Correggendo il tiro di volta in volta.

Quando ho lasciato il mio “posto fisso” per poter avere una libertà professionale non avevo la più pallida idea di cosa fosse una partita iva e cosa comportasse. Capivo a malapena cosa volesse dire regime fiscale. Figuriamoci se mi potevo rendere conto di stare per diventare un’imprenditrice. 

Mi è servito molto tempo per arrivare a comprendere cosa volesse dire.

Significa assumere un atteggiamento di responsabilità personale e acquisire la consapevolezza di voler intraprendere un percorso caratterizzato da una significativa crescita professionale e personale. 

Essere imprenditorз di se stessз vuol dire, prima di ogni cosa, comprendere che i pazienti non piovono dal cielo, che il lavoro non arriva dall’alto ma occorre crearlo e trasformarlo ogni giorno. 

E dobbiamo renderci conto che noi siamo parte necessaria di questa trasformazione. 

“Okay Flavia, ma come posso diventare buonə imprenditorə di me stessə?”

Cambiando la tua forma mentale e imparando ad essere consapevole del tuo valore, perché hai già tutto quello che ti serve dentro di te.

Hai già tutte le conoscenze di base per poter intraprendere un percorso di marketing per il tuo studio.

Il marketing è psicologia applicata al contesto di vendita.

Personalmente penso che tu abbia un grande vantaggio rispetto a qualsiasi marketer o persona che utilizza il marketing per far crescere la propria attività:

conosci la mente umana e il suo funzionamento. 

Caspita questa è un’enorme competenza, te ne rendi conto? 

Siamo talmente abituatз ad una svalorizzazione costante della nostra professione psicologica che alla fine ci dimentichiamo di quello che conosciamo e sappiamo fare e che non sa fare nessun altrə.

Tantissime volte mi sono sentita dire:

“Flavia vorrei fare qualcosa per promuovermi perché ho bisogno di avere più pazienti, vorrei fare un pò di pubblicità/marketing per il mio studio di psicologia o psicoterapia, ma non so da dove iniziare.”

La verità è che tutto quello di cui hai bisogno per iniziare, e di cui ti devi solo ricordare, già lo possiedi. 

Bisogna solo fare uno shift di pensiero e capire che le skill apprese nei tanti anni di formazione e pratica sono il valore più grande che possiamo mettere in campo.

Ce ne dobbiamo rendere conto.

Per la capacità di ascolto, di analisi, l’empatia, l’intelligenza emotiva e la comprensione del funzionamento umano che richiede, il marketing può essere praticato benissimo da unə psicologə o psicoterapeuta.

Certo poi servono anche conoscenze tecniche di questo mondo per le quali puoi sempre formarti, ma sono cose che si apprendono con la pratica. Non avrebbero senso senza il pezzo precedente che noi abbiamo già di default grazie alla nostra formazione.

Quindi, impara ad avere più fiducia nelle tue risorse e nelle tue capacità perché sono quelle che ti permetteranno di elevarti dalla concorrenza.

E te lo dice una che di fiducia in se stessa e nelle proprie capacità ne ha sempre avuta molto poca, per cui so quanto sia difficile farlo.

So che a volte la mancanza di fiducia in noi stessз e la paura di sbagliare possono diventare paralizzanti. 

Possono portare all’inazione. 

Nella mia vita ho perso tante occasioni per paura di sbagliare, di non essere all’altezza, di deludere, ma anche paura di farcela e avere successo… ebbene sì, mi spaventava anche quello.

Ma ho capito sbattendoci la testa che per distinguerci dal resto del mondo bisogna essere coraggiosз.

Dobbiamo avere il coraggio di prendere decisioni sapendo che potrebbero anche essere quelle sbagliate, che potremmo fare degli errori e fallire.

Non possiamo stare fermз. Dobbiamo muovere un passo in qualche direzione per poter avanzare, giusta o sbagliata lo capiremo presto. Avremo comunque fatto dei progressi rispetto alla situazione iniziale.

Non possiamo aspettare di scendere in campo solo quando avremo il sito web perfetto, il video perfetto, la foto perfetta, l’articolo del blog perfetto, etc. 

Se non ci buttiamo nell’arena perderemo opportunità che coglierà sicuramente qualche altrə psicologə o psicoterapeuta.

Credimi.

Si perdono più opportunità non prendendo decisioni per la paura di sbagliare che prendendo quelle sbagliate perché, anche se si dimostreranno scelte errate, ci avranno insegnato comunque qualcosa che ci permetterà di fare meglio la prossima volta. 

Non pensavi mica di fare tutto giusto al primo colpo?

Devi sbagliare, è fisiologico ed anche l’unico modo che hai per crescere. 

L’importante è sbagliare il più velocemente possibile per crescere il più velocemente possibile.

Non puoi aspettare di fare soldi per iniziare a fare soldi. Non puoi aspettare di essere bravo a fare video se non inizi a fare video. Non puoi aspettare di avere più pazienti per avere più pazienti.

Per cambiare mindset devi interrompere questo loop di pensieri e il ciclo di azioni rimandate a tempi indefiniti che hai messo in moto, perché non sarà mai un momento perfetto per attuare un cambiamento o iniziare a fare qualcosa.

Se io ti domandassi ora cosa faresti davvero per la tua professione e per la tua vita se sapessi di non fallire mai?

Che cosa mi risponderesti?

La risposta che daresti è ciò che sei chiamato a fare.  

Agisci adesso per scoprire immediatamente dove ti porterà quell’azione.

“Sì Flavia però non ho molte risorse per fare ciò che vorrei”.

Okay, ma la capacità delle persone di generare successo non dipende dalle risorse di partenza (che spesso sono scarse), ma dalla loro abilità di applicare la giusta leva alle risorse di cui dispongono. 

Hai a disposizione 2 preziose risorse su cui far leva per generare successo.

Forse non le riesci a vedere ma in questo momento hai 2 importanti strumenti:

  • il tuo bagaglio di competenze ed esperienze come espertə conoscitorə della mente umana – ne abbiamo parlato fino ad ora;
  • e il giusto approccio alle sfide che ti porta ad agire di più, e – ovviamente – più azione significa anche più risultato – ne abbiamo iniziato a parlare nelle righe precedenti, ma continua a leggere per capire meglio come applicarlo.

Quindi, fatti un favore: credi di più nelle tue abilità e ti ritroverai a fare cose che mai avresti pensato di fare. 

E credimi quando succede è una sensazione bellissima.

Michael Jordan, uno dei più grandi giocatori di basket di tutti i tempi, diceva:

 «avrò segnato undici volte canestri vincenti sulla sirena e altre diciassette volte a meno di 10 secondi dalla fine, ma nella mia carriera ho sbagliato più di 9.000 tiri, ho perso quasi 300 partite, 26 volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e ho sbagliato. Nella vita ho fallito molte volte ed è per questo che alla fine ho vinto tutto.»

Immagino tu abbia capito cosa voglio dirti con questa storia.

Impara ad avere una mentalità diversa per vedere e fare ciò che gli altri (ancora) non vedono e non fanno. 

Non dare la colpa ad un destino crudele che ce l’ha con te, e ripeti insieme a me:

la responsabilità di ciò che non mi piace nella mia vita è mia!

Le persone che si lamentano dei problemi, invece di mettersi subito a lavoro, perdono una marea di tempo a piangersi addosso. Tempo che potrebbero utilizzare per fare altro.

Ma tu, se stai leggendo questo articolo e sei arrivatə fin qui è perché non vuoi essere quel tipo di persona. 

Non vuoi far parte del club dellз psicologз e psicoterapeutз lamentosз, insoddisfattз e infelicз, vero?

Grande, ne ero certa!

Sono sicura che, come me, vuoi essere quel tipo di persona e professionista che, anche se il mondo esterno gli fa uno sgambetto, si prende carico del proprio destino e prova a cambiarlo.

Se ci assumiamo la responsabilità del nostro destino ci sentiamo causa dei nostri risultati e faremo in modo di realizzarli. 

Sei prontə ad assumerti la responsabilità dei tuoi successi?

Se hai voglia di utilizzare il web per cambiare la tua vita, aumentando la tua visibilità e il tuo fatturato, devi essere prontə ad abbandonare ogni forma di lamentela lasciando il posto ad un atteggiamento proattivo che ti permetta di avere una mentalità diversa per vedere e fare ciò che gli altri (ancora) non vedono e non fanno.

L’approccio mentale che usi definisce i risultati che otterrai.

Non solo competenze. 

In un mondo di laureatз la preparazione non è più un vantaggio competitivo. 

Non è sufficiente la preparazione, quella è la base di partenza.

E non basta nemmeno l’esperienza, né sono sufficienti i migliori strumenti che puoi avere a disposizione. 

No, ci vuole un atteggiamento giusto e un’attitudine all’atteggiamento giusto. 

Ahimè nemmeno questo è garanzia di risultato, però almeno ti immette sulla retta via per poterlo raggiungere e arrivarci in modo più veloce.

Tutto dipende dalla nostra mentalità, per il semplice fatto che tutto quello che verrà parte da lì.

E lo Psico Shift Mindset è proprio la base di partenza per qualsiasi attività tu voglia intraprendere.

Come diceva Gandhi, «le tue convinzioni diventano i tuoi pensieri, i tuoi pensieri diventano le tue parole, le tue parole diventano le tue azioni, le tue azioni diventano le tue abitudini, le tue abitudini diventano i tuoi valori e i tuoi valori diventano il tuo destino».

Pensaci un attimo. 

Quello che siamo oggi come persone e come professionistз non è solo la somma e il risultato delle nostre capacità acquisite o innate, ma è anche la diretta conseguenza del nostro modo di approcciarci ai nostri obiettivi. 

Sei d’accordo?

Per poter cogliere le opportunità che oggi la comunicazione digitale e il web marketing mettono a disposizione di tutti, e quindi anche a te, è necessario uscire dalla propria zona di comfort – lo so, lo avrai sentito dire mille volte – e agire concretamente per raggiungere i propri obiettivi. 

D’altra parte, non è quello che chiedi di fare tutti i giorni ai tuoi pazienti?

E’ diventato necessario fare uno switch verso una mentalità orientata alla crescita pensando di poter acquisire qualsiasi abilità a condizione di investire nell’impegno e nello studio.

Una mentalità di crescita è il tipo di mindset più desiderabile per ogni psicologə o psicoterapeuta che vuole lavorare con e grazie al web marketing che è un mondo in continuo mutamento.

Se lo farai tuo, questo tipo di pensiero di crescita, ti permetterà di fare 3 cose:

  • fare le giuste scelte nel minor tempo
  • scegliere le migliori persone di cui circondarti
  • raggiungere i tuoi risultati nel modo più efficace possibile.

Ma come puoi avere una mentalità di crescita?

Individua il 20% delle tue azioni che ti porta l’80% dei risultati.

Buttiamo via molto tempo, spesso senza neanche accorgercene. 

Quanti corsi o libri hai dovuto leggere e studiare prima di decidere di fare realmente qualcosa nella tua vita?

Per quanti mesi o anni hai fatto qualcosa che non ti piaceva solo per non deludere qualcuno?

Quante ore passi a cazzeggiare sui social o a guardare Netflix? 

Dario Vignali, uno dei più bravi marketer e imprenditori digitali in Italia, dice che se ci concentriamo solamente su ciò che è importante otteniamo una crescita più che proporzionale nel breve e lungo periodo, e questo lui lo chiama “principio di inerenza”.

Sostiene che «dobbiamo fare nostre solamente azioni, esperienze e libri che siano inerenti a ciò che siamo certi di voler essere o di voler fare».

Sei d’accordo?

Io sì! E sai perché?

Perché in questo modo avrai 3 vantaggi:

  • la tua vita si semplificherà
  • diventerà chiaro cosa è importante per te e cosa no
  • raggiungerai i tuoi obiettivi più velocemente.

E’ questa la formula per ottenere, in tempi relativamente brevi, risultati che mai ci si sarebbe immaginati.

Il focus e l’attenzione, se potenziate e dirette verso un’unica direzione quanto più precisa possibile diventano grandi strumenti di creazione.

Ma come si fa?

Ogni giorno siamo immersi in un frullatore di pensieri, persone, stimoli e contaminazioni che spesso diventa davvero difficile avere chiara la direzione da prendere.

Ecco allora che fare un lavoro di identificazione rispetto a ciò che è inerente i nostri obiettivi ci permette di crescere più velocemente.

Semplicemente impariamo a:

  • concentrarci verso ciò che ci appassiona
  • lasciarci andare alla forza di gravità della nostra vita
  • smettere di ignorare ciò che ci urla la nostra mente.

Impariamo ad utilizzare un mindset di crescita per creare un futuro invece che subirlo.

Il tuo compito per oggi, quando avrai finito di leggere questa guida, sarà quello di trovare la risposta a questa domanda: 

cosa posso eliminare di ciò che sono oggi per lasciare spazio a ciò che vorrei essere domani?

Concentrati sulle azioni che possono fare davvero la differenza per la tua attività e non sprecare il tuo tempo. 

Forse avrai sentito parlare della “legge 20/80” di Vilfredo Pareto.

Lascia che te la riassuma.

  • L’80% delle volte utilizziamo il 20% dei vestiti che abbiamo nel nostro armadio.
  • L’80% del valore di un libro è contenuto nel 20% delle sue parole. 
  • L’80% delle ricchezze è in mano al 20% della popolazione.
  • L’80% della popolazione di una città passa nel 20% delle strade.
  • Etc

Significa che c’è un 20% di cause che determina l’80% dei risultati. 

E questa legge è vera nella maggior parte dei contesti in cui si applica. 

Ecco quindi che devi calibrare la tua bussola per poter puntare sempre verso quel 20% di azioni che portano il maggior risultato in termini economici e di crescita della tua attività. 

Io, per esempio, dedico il 20% della mia settimana alla formazione attraverso libri o corsi perché so che ciò che apprenderò mi porterà a migliorare le azioni che metto in atto nel breve e lungo periodo per me stessa e per i mie clienti. 

Sarebbe opportuno costruirsi un set di regole utili a rispettare sempre il 20/80 e a ricalibrare la bussola quanto più di frequente. 

(Ovviamente sono cifre indicative, non stare ad impazzire sui numeri) 

Un altro consiglio, che personalmente mi ha letteralmente aperto gli occhi, lo puoi trovare nelle parole di Charlie Munger, imprenditore e filantropo statunitense, ripreso poi da Jeff Bezos fondatore di Amazon.

Investi sempre su ciò che non cambia.

Caspita mi sono davvero sentita presa a sberle in faccia quando l’ho letto la prima volta.

Investire su ciò che da sempre è importante e che non cambierà per molto tempo è una scelta dannatamente intelligente!

Facciamo degli esempi.

  • Se non hai molte risorse usale per creare un prodotto, un servizio o un contenuto di cui il pubblico a cui ti rivolgi avrà sempre bisogno e lascia stare il resto.
  • Se hai tempo limitato prediligi la creazione di contenuti che non scadono, cioè, piuttosto che fare storie che dopo 24 ore non ci sono più o dirette che non guarderà nessuno in differita costruisci contenuti utili che continuino ad attirare l’interesse delle persone nel tempo (un esempio di questi contenuti sono gli articoli di un blog o i video su Youtube o altro social).
  • Smettila di consumare contenuti a scadenza, se hai tempo libero utilizzalo per consumare contenuti formativi che ti lascino competenze di lungo periodo.

Ma aspetta un attimo.

Probabilmente sarai tentatə dal favorire scelte che portano effetti positivi nel breve termine ma probabilmente negativi nel lungo termine. Questo approccio si chiama “first positive second negative”.

So che può sembrare controintuitivo e controproducente, ma ciò che invece devi fare è un’altra cosa.

Utilizza l’approccio “first negative second positive”.

Invece di ricercare effetti positivi nel breve periodo, le persone davvero di successo accettano un effetto negativo di breve termine per godere poi di effetti positivi maggiori nel lungo termine.

Questa riflessione è semplice ma fa tutta la differenza del mondo.

Come puoi applicarla tu nella tua attività di psicologə o psicoterapeuta?

Semplice (ma non facile), allenati a fare questo esercizio….

Ogni volta che fai qualcosa o prendi una decisione immagina l’effetto che le tue azioni avranno da qui a 6 mesi, poi 1 anno e poi 3 anni.

E’ come se dovessi avere una conversazione con lə te stessə del futuro che è tornatə indietro per raccontarti quali conseguenze hanno comportato le decisioni che hai preso.

Sembra da pazzi lo so.

Ma del resto bisogna fare cose fuori dall’ordinario per realizzare qualcosa di non ordinario e, a volte, straordinario.

E’ difficile, non è una passeggiata.

Ma – ehi – solo così diventerai capace di sviluppare quella vision da imprenditorə necessaria per conoscere pienamente il senso, l’influenza e l’efficacia futura delle tue azioni.

Ora rispondi a questa domanda:

qual è quella cosa che puoi fare per far crescere la tua attività e portarla ad un altro livello?

Falla ora, non tentennare, non aspettare il prossimo allineamento astrale, perché ogni minuto che passa il tuo obiettivo si sposta sempre più lontano.

Elimina tutto ciò che non ti è utile, soprattutto se non hai ancora le risorse per esplorare ciò che non conosci, in modo da non sprecare la tua risorsa più preziosa che è il tuo tempo.

E per non sprecare il tuo tempo devi ricordarti anche che…

...‘n’do vai se la strategia non ce l’hai?

Eh sì, hai bisogno di una strategia, ovvero una mappa con la rotta da seguire per rimanere concentratə sulla meta e poterla raggiungere in modo più efficace.

Chi adotta una mentalità di crescita, chi utilizza lo Psico Shift Mindset, sa bene che non può fare a meno di costruire un piano strategico.

Un piano strategico ben delineato non è un lusso che possono permettersi solo le grandi aziende, ma un obbligo che hai nei confronti della tua attività professionale di psicologə o psicoterapeuta.

Non avere o non voler formulare una strategia precisa significa non avere degli obiettivi chiari prefissati. 

Vuol dire non sapere se le proprie competenze, le proprie risorse e i propri mezzi sono adeguati al raggiungimento dei propri obiettivi. 

Significa non poter capire se le azioni che metti in atto sono efficaci o meno.

E ti dirò di più: vuol dire anche non essere in grado di aiutare davvero i tuoi potenziali pazienti attraverso il tuo prodotto o servizio.

Cosa intendo?

Come abbiamo detto all’inizio, il marketing e la psicologia si pongono l’obiettivo di portare le persone a realizzare se stesse e questo non puoi farlo se non sai dove stai andando e come puoi arrivarci.

Come puoi aiutare i tuoi pazienti a diventare chi cercano di diventare e a risolvere i loro problemi se brancoli nel buio?

Se come professionista decidi di utilizzare il marketing per far crescere la tua attività, devi essere consapevole che definire e seguire una strategia è una responsabilità che devi assumerti nei confronti dei tuoi potenziali pazienti. 

Navigando a vista rischi di sbattere il naso contro il muro e farti molto male.

“Va bene Flavia mi hai convinto, ci tengo al mio naso. Ma come dovrebbe essere una strategia efficace?”

Un piano per essere davvero strategico deve offrire valore e trasformazione ai tuoi attuali e potenziali clienti.

Se ti interessa creare una strategia su misura per le tue esigenze per poter avere una presenza digitale efficace, costruire una reputazione online e attrarre pazienti in modo naturale (senza violare il codice deontologico) scrivimi a info@flaviatallarico.com e capiremo insieme quale sia per te la migliore strada da percorrere per raggiungere i tuoi obiettivi.

Adesso concedimi altri pochissimi secondi della tua attenzione perché siamo giunti alla fine di questo viaggio dentro al mindset dellə psicologə o psicoterapeuta digitale che sfrutta il web per riempire l’agenda di pazienti.

Voglio lasciarti con un’ultima considerazione:

mettere in discussione la nostra situazione attuale può essere l’inizio del cambiamento, quello che ci darà la spinta per migliorare la nostra vita.

Per qualcuno questa è la fine, per te spero sia solo l’inizio di un bellissimo percorso di trasformazione.

Ci vediamo sui miei canali social.

Un abbraccio,

Flavia

Il Mindset efficace per lə psicologə e psicoterapeuta che vuole crescere online

In questa guida scoprirai il corretto mindset che dovresti avere se ti approcci al mondo del marketing digitale per non sprecare tempo, risorse e soldi. 

Comprenderai:

  • come il marketing può essere il tuo più grande alleato per aumentare il numero di pazienti in studio;
  • come migliorare l’approccio mentale per migliorare i tuoi risultati;
  • su quali attività che possono davvero fare la differenza ti devi concentrare.

Sei prontə? Si comincia!

Prima di tutto però mi presento… del resto, chi sono io per parlarti del corretto atteggiamento mentale che unə psicologə o unə psicoterapeuta dovrebbe avere?

Ecco…

Ciao, sono Flavia Tallarico!

Sono una Psicologa della Comunicazione, una Consulente di Web Marketing e un’Imprenditrice Digitale e – oltre a lavorare sulle mie attività personali – aiuto psicologз, psicoterapeutз e studi associati a crescere sul web in termini di visibilità e profitti.

Era il 2019.

Ero appena tornata in Italia dopo alcuni mesi vissuti a New York e in India alla ricerca di me stessa.

Dovevo ricominciare. Ma non avevo soldi, non avevo tanta esperienza clinica e nemmeno grandi possibilità. 

L’unica certezza che avevo è che volevo aiutare le persone a vivere la vita che desiderano.

E, dopo una serie di riflessioni, ho iniziato a mettere le mie competenze in ambito digital, comunicativo e di marketing, che avevo maturato in esperienze lavorative passate, al servizio di altrз psicologз e psicoterapeutз che cercavano di crearsi una reputazione online per trovare nuovi pazienti. 

E sai una cosa? 

Da quel giorno questa è diventata la mia missione. 

Per questo, quando ho iniziato a fare seriamente questo lavoro, ho dovuto cambiare il mio approccio mentale alla nostra professione perché quello che avevo mi ostacolava nel raggiungimento dei risultati che desideravo. 

Non è stato facile. Credimi. 

Nessuno mi aveva insegnato ad avere una modalità di pensiero corretta. 

Ma solo lavorando giorno dopo giorno, lasciandomi ispirare e guidare dai miei mentori, sono arrivata ad avere un mindset che mi permettesse di ottenere i risultati che volevo per me e per i miei clienti. 

E, oggi, questo tipo di approccio mentale efficace lo chiamo Psico Shift Mindset.

Psico shift cheeeeeee???

Un cambio di prospettiva!

Mi riferisco alla capacità di attuare un cambiamento nella nostra testa e “switchare” verso modelli di comportamento efficaci.

Oggi voglio condividerlo con te per evitarti tutti gli errori che ho commesso in passato e che hanno rallentato la mia crescita.

Lascia che ti racconti meglio nelle prossime come questo shift di pensiero possa aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

Partiamo da una premessa.

Il marketing è uno dei migliori strumenti che hai a disposizione per aumentare il numero di pazienti in agenda.

Il marketing è un mezzo potente, sta a noi utilizzarlo in modo etico.

In Italia molti psicologз e psicoterapeutз trovano discutibile fare marketing perché lo associano, in modo errato, a pubblicità ingannevoli e/o a una svalutazione della professione, senza rendersi conto della forza dello strumento che hanno a disposizione. 

La pensi anche tu così?

Continua a leggere perché ti renderai conto che in realtà il marketing non è un nemico da combattere, anzi può diventare il tuo più grande alleato se desideri aumentare il numero di pazienti in studio.

Come scrive Seth Godin, uno dei più autorevoli esperti di marketing del mondo, “Il marketing è l’atto generoso di aiutare qualcuno a risolvere un problema. Il suo problema.”

Intento nobile, non credi? 

Infatti, il modo più sano ed efficace di fare marketing è quello di pensare di essere artefice di un cambiamento positivo nell’altro. 

Il marketing aiuta le persone a diventare chi cercano di diventare: si basa sulla creazione di una relazione e la capacità di portare le persone a realizzare se stesse. 

Una sola regola fondamentale: 

generare una trasformazione positiva nelle persone offrendo valore e creando con loro una relazione basata sull’empatia e la fiducia. 

Questo tipo di marketing non ha nulla a che vedere con l’idea di manipolare o ingannare le persone, ma individua un bisogno e crea valore per soddisfarlo attraverso un prodotto o un servizio.

E unə professionista seriə come te (che si occupa di promozione e tutela della salute psicologica e del benessere emotivo delle persone) non solo ha la possibilità ma addirittura il dovere di individuare quali siano i reali bisogni dei suoi potenziali pazienti, in modo da poter realizzare e mettere a loro disposizione un servizio che possa davvero aiutarli a risolvere i loro problemi e a stare meglio.

Scrivilo su un postit e attaccalo sul frigorifero per ricordartelo ogni giorno perchè è di estrema importanza: 

ogni psicologə e ogni psicoterapeuta ha il dovere di aiutare le persone a realizzare i loro obiettivi di trasformazione offrendo soluzioni costruite sulle loro esigenze. 

Quindi inizia a domandarti come puoi farlo. 

Quali sono i valori su cui fondi la tua attività professionale? 

Sei tu, la persona che sei e i valori che hai a determinare l’eticità delle tue azioni. 

Il marketing è solo un mezzo, che se interpretato nel modo più corretto e autentico può permetterti di raggiungere i risultati di visibilità o fatturato che desideri, ma sta a te decidere come usarlo. 

Ora voglio dirti un’altra cosa che so che probabilmente scatenerà la tua indignazione e ira, o quella di qualcun altro, ma non posso non dirti la verità e quello che penso.

Il marketing e la psicologia sono più simili di quello che pensi!

Okay, adesso se non sei cadutə dalla sedia per lo shock e stai ancora leggendo, dammi un pò di fiducia e ti spiegherò cosa voglio dire.

Te la senti?

Abbiamo detto prima che il marketing è l’atto generoso di aiutare le persone a diventare chi vogliono diventare, che si basa sul portare cambiamento positivo e valore alle persone, sul creare relazioni sincere di fiducia e individuare i bisogni reali delle persone. 

Beh, tutto questo non ti sembra che in qualche modo lo faccia anche la psicologia?

Sia il marketing che la psicologia cercano di capire i propri clienti o potenziali clienti, di assumere il punto di vista dell’altro e aiutarlo a sentirsi meglio.

Hanno in comune lo studio delle interazioni umane ed entrambi cercano di comprendere le emozioni, i bisogni, i desideri, le motivazioni e le risposte comportamentali delle persone. Tutti e due, quindi, si basano sull’empatia, sulle relazioni e la capacità di portare le persone a realizzare se stesse.

Wow!

Credo che una delle cose più belle di entrambe queste professioni sia proprio quella di essere di aiuto a qualcuno e leggere nei suoi occhi una nuova energia.

Sia lə psicologə che lə psicoterapeuta che il marketer mettono a fuoco un cambiamento positivo che vorrebbero vedere e provano a realizzarlo con gli strumenti che hanno a disposizione, diversi per le due professioni – ovviamente.

Ma cosa ti serve per comunicare il messaggio del cambiamento positivo che vuoi apportare nel mondo?

Lo Psico Shift Mindset è l’approccio di cui non sapevi di avere bisogno.

Inizia a renderti conto che sei un*imprenditorə.

Lo avrai capito… 

Con questa guida non voglio parlarti in modo tecnico delle competenze necessarie che dovresti acquisire per operare nel mondo digitale. 

Ma voglio disegnare un nuovo mindset indispensabile per poter sfruttare le possibilità che hai davanti a te. 

Perché un approccio mentale errato è il più grande ostacolo per il raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Per questo voglio farti una domanda:

per poter svolgere la tua professione hai dovuto aprire partita iva?

Allora forse non te ne sei accortə, ma hai avviato un’impresa. 

Hai messo su un’attività imprenditoriale a tutti gli effetti.

Che ti piaccia o no, che tu ne sia consapevole o meno, sei diventatə un*imprenditorə. 

Più precisamente un*imprenditorə di te stessə… e diventarne consapevole è il primo passo da fare per cambiare mindset.

“Flavia ma che significa? Io non so come si fa.”

E hai ragione: imprenditorз di se stessз non si nasce. Si impara, si apprende strada facendo: sbagliando e ricominciando. Correggendo il tiro di volta in volta.

Quando ho lasciato il mio “posto fisso” per poter avere una libertà professionale non avevo la più pallida idea di cosa fosse una partita iva e cosa comportasse. Capivo a malapena cosa volesse dire regime fiscale. Figuriamoci se mi potevo rendere conto di stare per diventare un’imprenditrice. 

Mi è servito molto tempo per arrivare a comprendere cosa volesse dire.

Significa assumere un atteggiamento di responsabilità personale e acquisire la consapevolezza di voler intraprendere un percorso caratterizzato da una significativa crescita professionale e personale. 

Essere imprenditorз di se stessз vuol dire, prima di ogni cosa, comprendere che i pazienti non piovono dal cielo, che il lavoro non arriva dall’alto ma occorre crearlo e trasformarlo ogni giorno. 

E dobbiamo renderci conto che noi siamo parte necessaria di questa trasformazione. 

“Okay Flavia, ma come posso diventare buonə imprenditorə di me stessə?”

Cambiando la tua forma mentale e imparando ad essere consapevole del tuo valore, perché hai già tutto quello che ti serve dentro di te.

Hai già tutte le conoscenze di base per poter intraprendere un percorso di marketing per il tuo studio.

Il marketing è psicologia applicata al contesto di vendita.

Personalmente penso che tu abbia un grande vantaggio rispetto a qualsiasi marketer o persona che utilizza il marketing per far crescere la propria attività:

conosci la mente umana e il suo funzionamento. 

Caspita questa è un’enorme competenza, te ne rendi conto? 

Siamo talmente abituatз ad una svalorizzazione costante della nostra professione psicologica che alla fine ci dimentichiamo di quello che conosciamo e sappiamo fare e che non sa fare nessun altrə.

Tantissime volte mi sono sentita dire:

“Flavia vorrei fare qualcosa per promuovermi perché ho bisogno di avere più pazienti, vorrei fare un pò di pubblicità/marketing per il mio studio di psicologia o psicoterapia, ma non so da dove iniziare.”

La verità è che tutto quello di cui hai bisogno per iniziare, e di cui ti devi solo ricordare, già lo possiedi. 

Bisogna solo fare uno shift di pensiero e capire che le skill apprese nei tanti anni di formazione e pratica sono il valore più grande che possiamo mettere in campo.

Ce ne dobbiamo rendere conto.

Per la capacità di ascolto, di analisi, l’empatia, l’intelligenza emotiva e la comprensione del funzionamento umano che richiede, il marketing può essere praticato benissimo da unə psicologə o psicoterapeuta.

Certo poi servono anche conoscenze tecniche di questo mondo per le quali puoi sempre formarti, ma sono cose che si apprendono con la pratica. Non avrebbero senso senza il pezzo precedente che noi abbiamo già di default grazie alla nostra formazione.

Quindi, impara ad avere più fiducia nelle tue risorse e nelle tue capacità perché sono quelle che ti permetteranno di elevarti dalla concorrenza.

E te lo dice una che di fiducia in se stessa e nelle proprie capacità ne ha sempre avuta molto poca, per cui so quanto sia difficile farlo.

So che a volte la mancanza di fiducia in noi stessз e la paura di sbagliare possono diventare paralizzanti. 

Possono portare all’inazione. 

Nella mia vita ho perso tante occasioni per paura di sbagliare, di non essere all’altezza, di deludere, ma anche paura di farcela e avere successo… ebbene sì, mi spaventava anche quello.

Ma ho capito sbattendoci la testa che per distinguerci dal resto del mondo bisogna essere coraggiosз.

Dobbiamo avere il coraggio di prendere decisioni sapendo che potrebbero anche essere quelle sbagliate, che potremmo fare degli errori e fallire.

Non possiamo stare fermз. Dobbiamo muovere un passo in qualche direzione per poter avanzare, giusta o sbagliata lo capiremo presto. Avremo comunque fatto dei progressi rispetto alla situazione iniziale.

Non possiamo aspettare di scendere in campo solo quando avremo il sito web perfetto, il video perfetto, la foto perfetta, l’articolo del blog perfetto, etc. 

Se non ci buttiamo nell’arena perderemo opportunità che coglierà sicuramente qualche altrə psicologə o psicoterapeuta.

Credimi.

Si perdono più opportunità non prendendo decisioni per la paura di sbagliare che prendendo quelle sbagliate perché, anche se si dimostreranno scelte errate, ci avranno insegnato comunque qualcosa che ci permetterà di fare meglio la prossima volta. 

Non pensavi mica di fare tutto giusto al primo colpo?

Devi sbagliare, è fisiologico ed anche l’unico modo che hai per crescere. 

L’importante è sbagliare il più velocemente possibile per crescere il più velocemente possibile.

Non puoi aspettare di fare soldi per iniziare a fare soldi. Non puoi aspettare di essere bravo a fare video se non inizi a fare video. Non puoi aspettare di avere più pazienti per avere più pazienti.

Per cambiare mindset devi interrompere questo loop di pensieri e il ciclo di azioni rimandate a tempi indefiniti che hai messo in moto, perché non sarà mai un momento perfetto per attuare un cambiamento o iniziare a fare qualcosa.

Se io ti domandassi ora cosa faresti davvero per la tua professione e per la tua vita se sapessi di non fallire mai?

Che cosa mi risponderesti?

La risposta che daresti è ciò che sei chiamato a fare.  

Agisci adesso per scoprire immediatamente dove ti porterà quell’azione.

“Sì Flavia però non ho molte risorse per fare ciò che vorrei”.

Okay, ma la capacità delle persone di generare successo non dipende dalle risorse di partenza (che spesso sono scarse), ma dalla loro abilità di applicare la giusta leva alle risorse di cui dispongono. 

Hai a disposizione 2 preziose risorse su cui far leva per generare successo.

Forse non le riesci a vedere ma in questo momento hai 2 importanti strumenti:

  • il tuo bagaglio di competenze ed esperienze come espertə conoscitorə della mente umana – ne abbiamo parlato fino ad ora;
  • e il giusto approccio alle sfide che ti porta ad agire di più, e – ovviamente – più azione significa anche più risultato – ne abbiamo iniziato a parlare nelle righe precedenti, ma continua a leggere per capire meglio come applicarlo.

Quindi, fatti un favore: credi di più nelle tue abilità e ti ritroverai a fare cose che mai avresti pensato di fare. 

E credimi quando succede è una sensazione bellissima.

Michael Jordan, uno dei più grandi giocatori di basket di tutti i tempi, diceva:

 «avrò segnato undici volte canestri vincenti sulla sirena e altre diciassette volte a meno di 10 secondi dalla fine, ma nella mia carriera ho sbagliato più di 9.000 tiri, ho perso quasi 300 partite, 26 volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e ho sbagliato. Nella vita ho fallito molte volte ed è per questo che alla fine ho vinto tutto.»

Immagino tu abbia capito cosa voglio dirti con questa storia.

Impara ad avere una mentalità diversa per vedere e fare ciò che gli altri (ancora) non vedono e non fanno. 

Non dare la colpa ad un destino crudele che ce l’ha con te, e ripeti insieme a me:

la responsabilità di ciò che non mi piace nella mia vita è mia!

Le persone che si lamentano dei problemi, invece di mettersi subito a lavoro, perdono una marea di tempo a piangersi addosso. Tempo che potrebbero utilizzare per fare altro.

Ma tu, se stai leggendo questo articolo e sei arrivatə fin qui è perché non vuoi essere quel tipo di persona. 

Non vuoi far parte del club dellз psicologз e psicoterapeutз lamentosз, insoddisfattз e infelicз, vero?

Grande, ne ero certa!

Sono sicura che, come me, vuoi essere quel tipo di persona e professionista che, anche se il mondo esterno gli fa uno sgambetto, si prende carico del proprio destino e prova a cambiarlo.

Se ci assumiamo la responsabilità del nostro destino ci sentiamo causa dei nostri risultati e faremo in modo di realizzarli. 

Sei prontə ad assumerti la responsabilità dei tuoi successi?

Se hai voglia di utilizzare il web per cambiare la tua vita, aumentando la tua visibilità e il tuo fatturato, devi essere prontə ad abbandonare ogni forma di lamentela lasciando il posto ad un atteggiamento proattivo che ti permetta di avere una mentalità diversa per vedere e fare ciò che gli altri (ancora) non vedono e non fanno.

L’approccio mentale che usi definisce i risultati che otterrai.

Non solo competenze. 

In un mondo di laureatз la preparazione non è più un vantaggio competitivo. 

Non è sufficiente la preparazione, quella è la base di partenza.

E non basta nemmeno l’esperienza, né sono sufficienti i migliori strumenti che puoi avere a disposizione. 

No, ci vuole un atteggiamento giusto e un’attitudine all’atteggiamento giusto. 

Ahimè nemmeno questo è garanzia di risultato, però almeno ti immette sulla retta via per poterlo raggiungere e arrivarci in modo più veloce.

Tutto dipende dalla nostra mentalità, per il semplice fatto che tutto quello che verrà parte da lì.

E lo Psico Shift Mindset è proprio la base di partenza per qualsiasi attività tu voglia intraprendere.

Come diceva Gandhi, «le tue convinzioni diventano i tuoi pensieri, i tuoi pensieri diventano le tue parole, le tue parole diventano le tue azioni, le tue azioni diventano le tue abitudini, le tue abitudini diventano i tuoi valori e i tuoi valori diventano il tuo destino».

Pensaci un attimo. 

Quello che siamo oggi come persone e come professionistз non è solo la somma e il risultato delle nostre capacità acquisite o innate, ma è anche la diretta conseguenza del nostro modo di approcciarci ai nostri obiettivi. 

Sei d’accordo?

Per poter cogliere le opportunità che oggi la comunicazione digitale e il web marketing mettono a disposizione di tutti, e quindi anche a te, è necessario uscire dalla propria zona di comfort – lo so, lo avrai sentito dire mille volte – e agire concretamente per raggiungere i propri obiettivi. 

D’altra parte, non è quello che chiedi di fare tutti i giorni ai tuoi pazienti?

E’ diventato necessario fare uno switch verso una mentalità orientata alla crescita pensando di poter acquisire qualsiasi abilità a condizione di investire nell’impegno e nello studio.

Una mentalità di crescita è il tipo di mindset più desiderabile per ogni psicologə o psicoterapeuta che vuole lavorare con e grazie al web marketing che è un mondo in continuo mutamento.

Se lo farai tuo, questo tipo di pensiero di crescita, ti permetterà di fare 3 cose:

  • fare le giuste scelte nel minor tempo
  • scegliere le migliori persone di cui circondarti
  • raggiungere i tuoi risultati nel modo più efficace possibile.

Ma come puoi avere una mentalità di crescita?

Individua il 20% delle tue azioni che ti porta l’80% dei risultati.

Buttiamo via molto tempo, spesso senza neanche accorgercene. 

Quanti corsi o libri hai dovuto leggere e studiare prima di decidere di fare realmente qualcosa nella tua vita?

Per quanti mesi o anni hai fatto qualcosa che non ti piaceva solo per non deludere qualcuno?

Quante ore passi a cazzeggiare sui social o a guardare Netflix? 

Dario Vignali, uno dei più bravi marketer e imprenditori digitali in Italia, dice che se ci concentriamo solamente su ciò che è importante otteniamo una crescita più che proporzionale nel breve e lungo periodo, e questo lui lo chiama “principio di inerenza”.

Sostiene che «dobbiamo fare nostre solamente azioni, esperienze e libri che siano inerenti a ciò che siamo certi di voler essere o di voler fare».

Sei d’accordo?

Io sì! E sai perché?

Perché in questo modo avrai 3 vantaggi:

  • la tua vita si semplificherà
  • diventerà chiaro cosa è importante per te e cosa no
  • raggiungerai i tuoi obiettivi più velocemente.

E’ questa la formula per ottenere, in tempi relativamente brevi, risultati che mai ci si sarebbe immaginati.

Il focus e l’attenzione, se potenziate e dirette verso un’unica direzione quanto più precisa possibile diventano grandi strumenti di creazione.

Ma come si fa?

Ogni giorno siamo immersi in un frullatore di pensieri, persone, stimoli e contaminazioni che spesso diventa davvero difficile avere chiara la direzione da prendere.

Ecco allora che fare un lavoro di identificazione rispetto a ciò che è inerente i nostri obiettivi ci permette di crescere più velocemente.

Semplicemente impariamo a:

  • concentrarci verso ciò che ci appassiona
  • lasciarci andare alla forza di gravità della nostra vita
  • smettere di ignorare ciò che ci urla la nostra mente.

Impariamo ad utilizzare un mindset di crescita per creare un futuro invece che subirlo.

Il tuo compito per oggi, quando avrai finito di leggere questa guida, sarà quello di trovare la risposta a questa domanda: 

cosa posso eliminare di ciò che sono oggi per lasciare spazio a ciò che vorrei essere domani?

Concentrati sulle azioni che possono fare davvero la differenza per la tua attività e non sprecare il tuo tempo. 

Forse avrai sentito parlare della “legge 20/80” di Vilfredo Pareto.

Lascia che te la riassuma.

  • L’80% delle volte utilizziamo il 20% dei vestiti che abbiamo nel nostro armadio.
  • L’80% del valore di un libro è contenuto nel 20% delle sue parole. 
  • L’80% delle ricchezze è in mano al 20% della popolazione.
  • L’80% della popolazione di una città passa nel 20% delle strade.
  • Etc

Significa che c’è un 20% di cause che determina l’80% dei risultati. 

E questa legge è vera nella maggior parte dei contesti in cui si applica. 

Ecco quindi che devi calibrare la tua bussola per poter puntare sempre verso quel 20% di azioni che portano il maggior risultato in termini economici e di crescita della tua attività. 

Io, per esempio, dedico il 20% della mia settimana alla formazione attraverso libri o corsi perché so che ciò che apprenderò mi porterà a migliorare le azioni che metto in atto nel breve e lungo periodo per me stessa e per i mie clienti. 

Sarebbe opportuno costruirsi un set di regole utili a rispettare sempre il 20/80 e a ricalibrare la bussola quanto più di frequente. 

(Ovviamente sono cifre indicative, non stare ad impazzire sui numeri) 

Un altro consiglio, che personalmente mi ha letteralmente aperto gli occhi, lo puoi trovare nelle parole di Charlie Munger, imprenditore e filantropo statunitense, ripreso poi da Jeff Bezos fondatore di Amazon.

Investi sempre su ciò che non cambia.

Caspita mi sono davvero sentita presa a sberle in faccia quando l’ho letto la prima volta.

Investire su ciò che da sempre è importante e che non cambierà per molto tempo è una scelta dannatamente intelligente!

Facciamo degli esempi.

  • Se non hai molte risorse usale per creare un prodotto, un servizio o un contenuto di cui il pubblico a cui ti rivolgi avrà sempre bisogno e lascia stare il resto.
  • Se hai tempo limitato prediligi la creazione di contenuti che non scadono, cioè, piuttosto che fare storie che dopo 24 ore non ci sono più o dirette che non guarderà nessuno in differita costruisci contenuti utili che continuino ad attirare l’interesse delle persone nel tempo (un esempio di questi contenuti sono gli articoli di un blog o i video su Youtube o altro social).
  • Smettila di consumare contenuti a scadenza, se hai tempo libero utilizzalo per consumare contenuti formativi che ti lascino competenze di lungo periodo.

Ma aspetta un attimo.

Probabilmente sarai tentatə dal favorire scelte che portano effetti positivi nel breve termine ma probabilmente negativi nel lungo termine. Questo approccio si chiama “first positive second negative”.

So che può sembrare controintuitivo e controproducente, ma ciò che invece devi fare è un’altra cosa.

Utilizza l’approccio “first negative second positive”.

Invece di ricercare effetti positivi nel breve periodo, le persone davvero di successo accettano un effetto negativo di breve termine per godere poi di effetti positivi maggiori nel lungo termine.

Questa riflessione è semplice ma fa tutta la differenza del mondo.

Come puoi applicarla tu nella tua attività di psicologə o psicoterapeuta?

Semplice (ma non facile), allenati a fare questo esercizio….

Ogni volta che fai qualcosa o prendi una decisione immagina l’effetto che le tue azioni avranno da qui a 6 mesi, poi 1 anno e poi 3 anni.

E’ come se dovessi avere una conversazione con lə te stessə del futuro che è tornatə indietro per raccontarti quali conseguenze hanno comportato le decisioni che hai preso.

Sembra da pazzi lo so.

Ma del resto bisogna fare cose fuori dall’ordinario per realizzare qualcosa di non ordinario e, a volte, straordinario.

E’ difficile, non è una passeggiata.

Ma – ehi – solo così diventerai capace di sviluppare quella vision da imprenditorə necessaria per conoscere pienamente il senso, l’influenza e l’efficacia futura delle tue azioni.

Ora rispondi a questa domanda:

qual è quella cosa che puoi fare per far crescere la tua attività e portarla ad un altro livello?

Falla ora, non tentennare, non aspettare il prossimo allineamento astrale, perché ogni minuto che passa il tuo obiettivo si sposta sempre più lontano.

Elimina tutto ciò che non ti è utile, soprattutto se non hai ancora le risorse per esplorare ciò che non conosci, in modo da non sprecare la tua risorsa più preziosa che è il tuo tempo.

E per non sprecare il tuo tempo devi ricordarti anche che…

...‘n’do vai se la strategia non ce l’hai?

Eh sì, hai bisogno di una strategia, ovvero una mappa con la rotta da seguire per rimanere concentratə sulla meta e poterla raggiungere in modo più efficace.

Chi adotta una mentalità di crescita, chi utilizza lo Psico Shift Mindset, sa bene che non può fare a meno di costruire un piano strategico.

Un piano strategico ben delineato non è un lusso che possono permettersi solo le grandi aziende, ma un obbligo che hai nei confronti della tua attività professionale di psicologə o psicoterapeuta.

Non avere o non voler formulare una strategia precisa significa non avere degli obiettivi chiari prefissati. 

Vuol dire non sapere se le proprie competenze, le proprie risorse e i propri mezzi sono adeguati al raggiungimento dei propri obiettivi. 

Significa non poter capire se le azioni che metti in atto sono efficaci o meno.

E ti dirò di più: vuol dire anche non essere in grado di aiutare davvero i tuoi potenziali pazienti attraverso il tuo prodotto o servizio.

Cosa intendo?

Come abbiamo detto all’inizio, il marketing e la psicologia si pongono l’obiettivo di portare le persone a realizzare se stesse e questo non puoi farlo se non sai dove stai andando e come puoi arrivarci.

Come puoi aiutare i tuoi pazienti a diventare chi cercano di diventare e a risolvere i loro problemi se brancoli nel buio?

Se come professionista decidi di utilizzare il marketing per far crescere la tua attività, devi essere consapevole che definire e seguire una strategia è una responsabilità che devi assumerti nei confronti dei tuoi potenziali pazienti. 

Navigando a vista rischi di sbattere il naso contro il muro e farti molto male.

“Va bene Flavia mi hai convinto, ci tengo al mio naso. Ma come dovrebbe essere una strategia efficace?”

Un piano per essere davvero strategico deve offrire valore e trasformazione ai tuoi attuali e potenziali clienti.

Se ti interessa creare una strategia su misura per le tue esigenze per poter avere una presenza digitale efficace, costruire una reputazione online e attrarre pazienti in modo naturale (senza violare il codice deontologico) scrivimi a info@flaviatallarico.com e capiremo insieme quale sia per te la migliore strada da percorrere per raggiungere i tuoi obiettivi.

Adesso concedimi altri pochissimi secondi della tua attenzione perché siamo giunti alla fine di questo viaggio dentro al mindset dellə psicologə o psicoterapeuta digitale che sfrutta il web per riempire l’agenda di pazienti.

Voglio lasciarti con un’ultima considerazione:

mettere in discussione la nostra situazione attuale può essere l’inizio del cambiamento, quello che ci darà la spinta per migliorare la nostra vita.

Per qualcuno questa è la fine, per te spero sia solo l’inizio di un bellissimo percorso di trasformazione.

Ci vediamo sui miei canali social.

Un abbraccio,

Flavia

Il Mindset efficace per lə psicologə e psicoterapeuta che vuole crescere online

In questa guida scoprirai il corretto mindset che dovresti avere se ti approcci al mondo del marketing digitale per non sprecare tempo, risorse e soldi. 

Comprenderai:

  • come il marketing può essere il tuo più grande alleato per aumentare il numero di pazienti in studio;
  • come migliorare l’approccio mentale per migliorare i tuoi risultati;
  • su quali attività che possono davvero fare la differenza ti devi concentrare.

Sei prontə? Si comincia!

Prima di tutto però mi presento… del resto, chi sono io per parlarti del corretto atteggiamento mentale che unə psicologə o unə psicoterapeuta dovrebbe avere?

Ecco…

Ciao, sono Flavia Tallarico!

Sono una Psicologa della Comunicazione, una Consulente di Web Marketing e un’Imprenditrice Digitale e – oltre a lavorare sulle mie attività personali – aiuto psicologз, psicoterapeutз e studi associati a crescere sul web in termini di visibilità e profitti.

Era il 2019.

Ero appena tornata in Italia dopo alcuni mesi vissuti a New York e in India alla ricerca di me stessa.

Dovevo ricominciare. Ma non avevo soldi, non avevo tanta esperienza clinica e nemmeno grandi possibilità. 

L’unica certezza che avevo è che volevo aiutare le persone a vivere la vita che desiderano.

E, dopo una serie di riflessioni, ho iniziato a mettere le mie competenze in ambito digital, comunicativo e di marketing, che avevo maturato in esperienze lavorative passate, al servizio di altrз psicologз e psicoterapeutз che cercavano di crearsi una reputazione online per trovare nuovi pazienti. 

E sai una cosa? 

Da quel giorno questa è diventata la mia missione. 

Per questo, quando ho iniziato a fare seriamente questo lavoro, ho dovuto cambiare il mio approccio mentale alla nostra professione perché quello che avevo mi ostacolava nel raggiungimento dei risultati che desideravo. 

Non è stato facile. Credimi. 

Nessuno mi aveva insegnato ad avere una modalità di pensiero corretta. 

Ma solo lavorando giorno dopo giorno, lasciandomi ispirare e guidare dai miei mentori, sono arrivata ad avere un mindset che mi permettesse di ottenere i risultati che volevo per me e per i miei clienti. 

E, oggi, questo tipo di approccio mentale efficace lo chiamo Psico Shift Mindset.

Psico shift cheeeeeee???

Un cambio di prospettiva!

Mi riferisco alla capacità di attuare un cambiamento nella nostra testa e “switchare” verso modelli di comportamento efficaci.

Oggi voglio condividerlo con te per evitarti tutti gli errori che ho commesso in passato e che hanno rallentato la mia crescita.

Lascia che ti racconti meglio nelle prossime come questo shift di pensiero possa aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

Partiamo da una premessa.

Il marketing è uno dei migliori strumenti che hai a disposizione per aumentare il numero di pazienti in agenda.

Il marketing è un mezzo potente, sta a noi utilizzarlo in modo etico.

In Italia molti psicologз e psicoterapeutз trovano discutibile fare marketing perché lo associano, in modo errato, a pubblicità ingannevoli e/o a una svalutazione della professione, senza rendersi conto della forza dello strumento che hanno a disposizione. 

La pensi anche tu così?

Continua a leggere perché ti renderai conto che in realtà il marketing non è un nemico da combattere, anzi può diventare il tuo più grande alleato se desideri aumentare il numero di pazienti in studio.

Come scrive Seth Godin, uno dei più autorevoli esperti di marketing del mondo, “Il marketing è l’atto generoso di aiutare qualcuno a risolvere un problema. Il suo problema.”

Intento nobile, non credi? 

Infatti, il modo più sano ed efficace di fare marketing è quello di pensare di essere artefice di un cambiamento positivo nell’altro. 

Il marketing aiuta le persone a diventare chi cercano di diventare: si basa sulla creazione di una relazione e la capacità di portare le persone a realizzare se stesse. 

Una sola regola fondamentale: 

generare una trasformazione positiva nelle persone offrendo valore e creando con loro una relazione basata sull’empatia e la fiducia. 

Questo tipo di marketing non ha nulla a che vedere con l’idea di manipolare o ingannare le persone, ma individua un bisogno e crea valore per soddisfarlo attraverso un prodotto o un servizio.

E unə professionista seriə come te (che si occupa di promozione e tutela della salute psicologica e del benessere emotivo delle persone) non solo ha la possibilità ma addirittura il dovere di individuare quali siano i reali bisogni dei suoi potenziali pazienti, in modo da poter realizzare e mettere a loro disposizione un servizio che possa davvero aiutarli a risolvere i loro problemi e a stare meglio.

Scrivilo su un postit e attaccalo sul frigorifero per ricordartelo ogni giorno perchè è di estrema importanza: 

ogni psicologə e ogni psicoterapeuta ha il dovere di aiutare le persone a realizzare i loro obiettivi di trasformazione offrendo soluzioni costruite sulle loro esigenze. 

Quindi inizia a domandarti come puoi farlo. 

Quali sono i valori su cui fondi la tua attività professionale? 

Sei tu, la persona che sei e i valori che hai a determinare l’eticità delle tue azioni. 

Il marketing è solo un mezzo, che se interpretato nel modo più corretto e autentico può permetterti di raggiungere i risultati di visibilità o fatturato che desideri, ma sta a te decidere come usarlo. 

Ora voglio dirti un’altra cosa che so che probabilmente scatenerà la tua indignazione e ira, o quella di qualcun altro, ma non posso non dirti la verità e quello che penso.

Il marketing e la psicologia sono più simili di quello che pensi!

Okay, adesso se non sei cadutə dalla sedia per lo shock e stai ancora leggendo, dammi un pò di fiducia e ti spiegherò cosa voglio dire.

Te la senti?

Abbiamo detto prima che il marketing è l’atto generoso di aiutare le persone a diventare chi vogliono diventare, che si basa sul portare cambiamento positivo e valore alle persone, sul creare relazioni sincere di fiducia e individuare i bisogni reali delle persone. 

Beh, tutto questo non ti sembra che in qualche modo lo faccia anche la psicologia?

Sia il marketing che la psicologia cercano di capire i propri clienti o potenziali clienti, di assumere il punto di vista dell’altro e aiutarlo a sentirsi meglio.

Hanno in comune lo studio delle interazioni umane ed entrambi cercano di comprendere le emozioni, i bisogni, i desideri, le motivazioni e le risposte comportamentali delle persone. Tutti e due, quindi, si basano sull’empatia, sulle relazioni e la capacità di portare le persone a realizzare se stesse.

Wow!

Credo che una delle cose più belle di entrambe queste professioni sia proprio quella di essere di aiuto a qualcuno e leggere nei suoi occhi una nuova energia.

Sia lə psicologə che lə psicoterapeuta che il marketer mettono a fuoco un cambiamento positivo che vorrebbero vedere e provano a realizzarlo con gli strumenti che hanno a disposizione, diversi per le due professioni – ovviamente.

Ma cosa ti serve per comunicare il messaggio del cambiamento positivo che vuoi apportare nel mondo?

Lo Psico Shift Mindset è l’approccio di cui non sapevi di avere bisogno.

Inizia a renderti conto che sei un*imprenditorə.

Lo avrai capito… 

Con questa guida non voglio parlarti in modo tecnico delle competenze necessarie che dovresti acquisire per operare nel mondo digitale. 

Ma voglio disegnare un nuovo mindset indispensabile per poter sfruttare le possibilità che hai davanti a te. 

Perché un approccio mentale errato è il più grande ostacolo per il raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Per questo voglio farti una domanda:

per poter svolgere la tua professione hai dovuto aprire partita iva?

Allora forse non te ne sei accortə, ma hai avviato un’impresa. 

Hai messo su un’attività imprenditoriale a tutti gli effetti.

Che ti piaccia o no, che tu ne sia consapevole o meno, sei diventatə un*imprenditorə. 

Più precisamente un*imprenditorə di te stessə… e diventarne consapevole è il primo passo da fare per cambiare mindset.

“Flavia ma che significa? Io non so come si fa.”

E hai ragione: imprenditorз di se stessз non si nasce. Si impara, si apprende strada facendo: sbagliando e ricominciando. Correggendo il tiro di volta in volta.

Quando ho lasciato il mio “posto fisso” per poter avere una libertà professionale non avevo la più pallida idea di cosa fosse una partita iva e cosa comportasse. Capivo a malapena cosa volesse dire regime fiscale. Figuriamoci se mi potevo rendere conto di stare per diventare un’imprenditrice. 

Mi è servito molto tempo per arrivare a comprendere cosa volesse dire.

Significa assumere un atteggiamento di responsabilità personale e acquisire la consapevolezza di voler intraprendere un percorso caratterizzato da una significativa crescita professionale e personale. 

Essere imprenditorз di se stessз vuol dire, prima di ogni cosa, comprendere che i pazienti non piovono dal cielo, che il lavoro non arriva dall’alto ma occorre crearlo e trasformarlo ogni giorno. 

E dobbiamo renderci conto che noi siamo parte necessaria di questa trasformazione. 

“Okay Flavia, ma come posso diventare buonə imprenditorə di me stessə?”

Cambiando la tua forma mentale e imparando ad essere consapevole del tuo valore, perché hai già tutto quello che ti serve dentro di te.

Hai già tutte le conoscenze di base per poter intraprendere un percorso di marketing per il tuo studio.

Il marketing è psicologia applicata al contesto di vendita.

Personalmente penso che tu abbia un grande vantaggio rispetto a qualsiasi marketer o persona che utilizza il marketing per far crescere la propria attività:

conosci la mente umana e il suo funzionamento. 

Caspita questa è un’enorme competenza, te ne rendi conto? 

Siamo talmente abituatз ad una svalorizzazione costante della nostra professione psicologica che alla fine ci dimentichiamo di quello che conosciamo e sappiamo fare e che non sa fare nessun altrə.

Tantissime volte mi sono sentita dire:

“Flavia vorrei fare qualcosa per promuovermi perché ho bisogno di avere più pazienti, vorrei fare un pò di pubblicità/marketing per il mio studio di psicologia o psicoterapia, ma non so da dove iniziare.”

La verità è che tutto quello di cui hai bisogno per iniziare, e di cui ti devi solo ricordare, già lo possiedi. 

Bisogna solo fare uno shift di pensiero e capire che le skill apprese nei tanti anni di formazione e pratica sono il valore più grande che possiamo mettere in campo.

Ce ne dobbiamo rendere conto.

Per la capacità di ascolto, di analisi, l’empatia, l’intelligenza emotiva e la comprensione del funzionamento umano che richiede, il marketing può essere praticato benissimo da unə psicologə o psicoterapeuta.

Certo poi servono anche conoscenze tecniche di questo mondo per le quali puoi sempre formarti, ma sono cose che si apprendono con la pratica. Non avrebbero senso senza il pezzo precedente che noi abbiamo già di default grazie alla nostra formazione.

Quindi, impara ad avere più fiducia nelle tue risorse e nelle tue capacità perché sono quelle che ti permetteranno di elevarti dalla concorrenza.

E te lo dice una che di fiducia in se stessa e nelle proprie capacità ne ha sempre avuta molto poca, per cui so quanto sia difficile farlo.

So che a volte la mancanza di fiducia in noi stessз e la paura di sbagliare possono diventare paralizzanti. 

Possono portare all’inazione. 

Nella mia vita ho perso tante occasioni per paura di sbagliare, di non essere all’altezza, di deludere, ma anche paura di farcela e avere successo… ebbene sì, mi spaventava anche quello.

Ma ho capito sbattendoci la testa che per distinguerci dal resto del mondo bisogna essere coraggiosз.

Dobbiamo avere il coraggio di prendere decisioni sapendo che potrebbero anche essere quelle sbagliate, che potremmo fare degli errori e fallire.

Non possiamo stare fermз. Dobbiamo muovere un passo in qualche direzione per poter avanzare, giusta o sbagliata lo capiremo presto. Avremo comunque fatto dei progressi rispetto alla situazione iniziale.

Non possiamo aspettare di scendere in campo solo quando avremo il sito web perfetto, il video perfetto, la foto perfetta, l’articolo del blog perfetto, etc. 

Se non ci buttiamo nell’arena perderemo opportunità che coglierà sicuramente qualche altrə psicologə o psicoterapeuta.

Credimi.

Si perdono più opportunità non prendendo decisioni per la paura di sbagliare che prendendo quelle sbagliate perché, anche se si dimostreranno scelte errate, ci avranno insegnato comunque qualcosa che ci permetterà di fare meglio la prossima volta. 

Non pensavi mica di fare tutto giusto al primo colpo?

Devi sbagliare, è fisiologico ed anche l’unico modo che hai per crescere. 

L’importante è sbagliare il più velocemente possibile per crescere il più velocemente possibile.

Non puoi aspettare di fare soldi per iniziare a fare soldi. Non puoi aspettare di essere bravo a fare video se non inizi a fare video. Non puoi aspettare di avere più pazienti per avere più pazienti.

Per cambiare mindset devi interrompere questo loop di pensieri e il ciclo di azioni rimandate a tempi indefiniti che hai messo in moto, perché non sarà mai un momento perfetto per attuare un cambiamento o iniziare a fare qualcosa.

Se io ti domandassi ora cosa faresti davvero per la tua professione e per la tua vita se sapessi di non fallire mai?

Che cosa mi risponderesti?

La risposta che daresti è ciò che sei chiamato a fare.  

Agisci adesso per scoprire immediatamente dove ti porterà quell’azione.

“Sì Flavia però non ho molte risorse per fare ciò che vorrei”.

Okay, ma la capacità delle persone di generare successo non dipende dalle risorse di partenza (che spesso sono scarse), ma dalla loro abilità di applicare la giusta leva alle risorse di cui dispongono. 

Hai a disposizione 2 preziose risorse su cui far leva per generare successo.

Forse non le riesci a vedere ma in questo momento hai 2 importanti strumenti:

  • il tuo bagaglio di competenze ed esperienze come espertə conoscitorə della mente umana – ne abbiamo parlato fino ad ora;
  • e il giusto approccio alle sfide che ti porta ad agire di più, e – ovviamente – più azione significa anche più risultato – ne abbiamo iniziato a parlare nelle righe precedenti, ma continua a leggere per capire meglio come applicarlo.

Quindi, fatti un favore: credi di più nelle tue abilità e ti ritroverai a fare cose che mai avresti pensato di fare. 

E credimi quando succede è una sensazione bellissima.

Michael Jordan, uno dei più grandi giocatori di basket di tutti i tempi, diceva:

 «avrò segnato undici volte canestri vincenti sulla sirena e altre diciassette volte a meno di 10 secondi dalla fine, ma nella mia carriera ho sbagliato più di 9.000 tiri, ho perso quasi 300 partite, 26 volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e ho sbagliato. Nella vita ho fallito molte volte ed è per questo che alla fine ho vinto tutto.»

Immagino tu abbia capito cosa voglio dirti con questa storia.

Impara ad avere una mentalità diversa per vedere e fare ciò che gli altri (ancora) non vedono e non fanno. 

Non dare la colpa ad un destino crudele che ce l’ha con te, e ripeti insieme a me:

la responsabilità di ciò che non mi piace nella mia vita è mia!

Le persone che si lamentano dei problemi, invece di mettersi subito a lavoro, perdono una marea di tempo a piangersi addosso. Tempo che potrebbero utilizzare per fare altro.

Ma tu, se stai leggendo questo articolo e sei arrivatə fin qui è perché non vuoi essere quel tipo di persona. 

Non vuoi far parte del club dellз psicologз e psicoterapeutз lamentosз, insoddisfattз e infelicз, vero?

Grande, ne ero certa!

Sono sicura che, come me, vuoi essere quel tipo di persona e professionista che, anche se il mondo esterno gli fa uno sgambetto, si prende carico del proprio destino e prova a cambiarlo.

Se ci assumiamo la responsabilità del nostro destino ci sentiamo causa dei nostri risultati e faremo in modo di realizzarli. 

Sei prontə ad assumerti la responsabilità dei tuoi successi?

Se hai voglia di utilizzare il web per cambiare la tua vita, aumentando la tua visibilità e il tuo fatturato, devi essere prontə ad abbandonare ogni forma di lamentela lasciando il posto ad un atteggiamento proattivo che ti permetta di avere una mentalità diversa per vedere e fare ciò che gli altri (ancora) non vedono e non fanno.

L’approccio mentale che usi definisce i risultati che otterrai.

Non solo competenze. 

In un mondo di laureatз la preparazione non è più un vantaggio competitivo. 

Non è sufficiente la preparazione, quella è la base di partenza.

E non basta nemmeno l’esperienza, né sono sufficienti i migliori strumenti che puoi avere a disposizione. 

No, ci vuole un atteggiamento giusto e un’attitudine all’atteggiamento giusto. 

Ahimè nemmeno questo è garanzia di risultato, però almeno ti immette sulla retta via per poterlo raggiungere e arrivarci in modo più veloce.

Tutto dipende dalla nostra mentalità, per il semplice fatto che tutto quello che verrà parte da lì.

E lo Psico Shift Mindset è proprio la base di partenza per qualsiasi attività tu voglia intraprendere.

Come diceva Gandhi, «le tue convinzioni diventano i tuoi pensieri, i tuoi pensieri diventano le tue parole, le tue parole diventano le tue azioni, le tue azioni diventano le tue abitudini, le tue abitudini diventano i tuoi valori e i tuoi valori diventano il tuo destino».

Pensaci un attimo. 

Quello che siamo oggi come persone e come professionistз non è solo la somma e il risultato delle nostre capacità acquisite o innate, ma è anche la diretta conseguenza del nostro modo di approcciarci ai nostri obiettivi. 

Sei d’accordo?

Per poter cogliere le opportunità che oggi la comunicazione digitale e il web marketing mettono a disposizione di tutti, e quindi anche a te, è necessario uscire dalla propria zona di comfort – lo so, lo avrai sentito dire mille volte – e agire concretamente per raggiungere i propri obiettivi. 

D’altra parte, non è quello che chiedi di fare tutti i giorni ai tuoi pazienti?

E’ diventato necessario fare uno switch verso una mentalità orientata alla crescita pensando di poter acquisire qualsiasi abilità a condizione di investire nell’impegno e nello studio.

Una mentalità di crescita è il tipo di mindset più desiderabile per ogni psicologə o psicoterapeuta che vuole lavorare con e grazie al web marketing che è un mondo in continuo mutamento.

Se lo farai tuo, questo tipo di pensiero di crescita, ti permetterà di fare 3 cose:

  • fare le giuste scelte nel minor tempo
  • scegliere le migliori persone di cui circondarti
  • raggiungere i tuoi risultati nel modo più efficace possibile.

Ma come puoi avere una mentalità di crescita?

Individua il 20% delle tue azioni che ti porta l’80% dei risultati.

Buttiamo via molto tempo, spesso senza neanche accorgercene. 

Quanti corsi o libri hai dovuto leggere e studiare prima di decidere di fare realmente qualcosa nella tua vita?

Per quanti mesi o anni hai fatto qualcosa che non ti piaceva solo per non deludere qualcuno?

Quante ore passi a cazzeggiare sui social o a guardare Netflix? 

Dario Vignali, uno dei più bravi marketer e imprenditori digitali in Italia, dice che se ci concentriamo solamente su ciò che è importante otteniamo una crescita più che proporzionale nel breve e lungo periodo, e questo lui lo chiama “principio di inerenza”.

Sostiene che «dobbiamo fare nostre solamente azioni, esperienze e libri che siano inerenti a ciò che siamo certi di voler essere o di voler fare».

Sei d’accordo?

Io sì! E sai perché?

Perché in questo modo avrai 3 vantaggi:

  • la tua vita si semplificherà
  • diventerà chiaro cosa è importante per te e cosa no
  • raggiungerai i tuoi obiettivi più velocemente.

E’ questa la formula per ottenere, in tempi relativamente brevi, risultati che mai ci si sarebbe immaginati.

Il focus e l’attenzione, se potenziate e dirette verso un’unica direzione quanto più precisa possibile diventano grandi strumenti di creazione.

Ma come si fa?

Ogni giorno siamo immersi in un frullatore di pensieri, persone, stimoli e contaminazioni che spesso diventa davvero difficile avere chiara la direzione da prendere.

Ecco allora che fare un lavoro di identificazione rispetto a ciò che è inerente i nostri obiettivi ci permette di crescere più velocemente.

Semplicemente impariamo a:

  • concentrarci verso ciò che ci appassiona
  • lasciarci andare alla forza di gravità della nostra vita
  • smettere di ignorare ciò che ci urla la nostra mente.

Impariamo ad utilizzare un mindset di crescita per creare un futuro invece che subirlo.

Il tuo compito per oggi, quando avrai finito di leggere questa guida, sarà quello di trovare la risposta a questa domanda: 

cosa posso eliminare di ciò che sono oggi per lasciare spazio a ciò che vorrei essere domani?

Concentrati sulle azioni che possono fare davvero la differenza per la tua attività e non sprecare il tuo tempo. 

Forse avrai sentito parlare della “legge 20/80” di Vilfredo Pareto.

Lascia che te la riassuma.

  • L’80% delle volte utilizziamo il 20% dei vestiti che abbiamo nel nostro armadio.
  • L’80% del valore di un libro è contenuto nel 20% delle sue parole. 
  • L’80% delle ricchezze è in mano al 20% della popolazione.
  • L’80% della popolazione di una città passa nel 20% delle strade.
  • Etc

Significa che c’è un 20% di cause che determina l’80% dei risultati. 

E questa legge è vera nella maggior parte dei contesti in cui si applica. 

Ecco quindi che devi calibrare la tua bussola per poter puntare sempre verso quel 20% di azioni che portano il maggior risultato in termini economici e di crescita della tua attività. 

Io, per esempio, dedico il 20% della mia settimana alla formazione attraverso libri o corsi perché so che ciò che apprenderò mi porterà a migliorare le azioni che metto in atto nel breve e lungo periodo per me stessa e per i mie clienti. 

Sarebbe opportuno costruirsi un set di regole utili a rispettare sempre il 20/80 e a ricalibrare la bussola quanto più di frequente. 

(Ovviamente sono cifre indicative, non stare ad impazzire sui numeri) 

Un altro consiglio, che personalmente mi ha letteralmente aperto gli occhi, lo puoi trovare nelle parole di Charlie Munger, imprenditore e filantropo statunitense, ripreso poi da Jeff Bezos fondatore di Amazon.

Investi sempre su ciò che non cambia.

Caspita mi sono davvero sentita presa a sberle in faccia quando l’ho letto la prima volta.

Investire su ciò che da sempre è importante e che non cambierà per molto tempo è una scelta dannatamente intelligente!

Facciamo degli esempi.

  • Se non hai molte risorse usale per creare un prodotto, un servizio o un contenuto di cui il pubblico a cui ti rivolgi avrà sempre bisogno e lascia stare il resto.
  • Se hai tempo limitato prediligi la creazione di contenuti che non scadono, cioè, piuttosto che fare storie che dopo 24 ore non ci sono più o dirette che non guarderà nessuno in differita costruisci contenuti utili che continuino ad attirare l’interesse delle persone nel tempo (un esempio di questi contenuti sono gli articoli di un blog o i video su Youtube o altro social).
  • Smettila di consumare contenuti a scadenza, se hai tempo libero utilizzalo per consumare contenuti formativi che ti lascino competenze di lungo periodo.

Ma aspetta un attimo.

Probabilmente sarai tentatə dal favorire scelte che portano effetti positivi nel breve termine ma probabilmente negativi nel lungo termine. Questo approccio si chiama “first positive second negative”.

So che può sembrare controintuitivo e controproducente, ma ciò che invece devi fare è un’altra cosa.

Utilizza l’approccio “first negative second positive”.

Invece di ricercare effetti positivi nel breve periodo, le persone davvero di successo accettano un effetto negativo di breve termine per godere poi di effetti positivi maggiori nel lungo termine.

Questa riflessione è semplice ma fa tutta la differenza del mondo.

Come puoi applicarla tu nella tua attività di psicologə o psicoterapeuta?

Semplice (ma non facile), allenati a fare questo esercizio….

Ogni volta che fai qualcosa o prendi una decisione immagina l’effetto che le tue azioni avranno da qui a 6 mesi, poi 1 anno e poi 3 anni.

E’ come se dovessi avere una conversazione con lə te stessə del futuro che è tornatə indietro per raccontarti quali conseguenze hanno comportato le decisioni che hai preso.

Sembra da pazzi lo so.

Ma del resto bisogna fare cose fuori dall’ordinario per realizzare qualcosa di non ordinario e, a volte, straordinario.

E’ difficile, non è una passeggiata.

Ma – ehi – solo così diventerai capace di sviluppare quella vision da imprenditorə necessaria per conoscere pienamente il senso, l’influenza e l’efficacia futura delle tue azioni.

Ora rispondi a questa domanda:

qual è quella cosa che puoi fare per far crescere la tua attività e portarla ad un altro livello?

Falla ora, non tentennare, non aspettare il prossimo allineamento astrale, perché ogni minuto che passa il tuo obiettivo si sposta sempre più lontano.

Elimina tutto ciò che non ti è utile, soprattutto se non hai ancora le risorse per esplorare ciò che non conosci, in modo da non sprecare la tua risorsa più preziosa che è il tuo tempo.

E per non sprecare il tuo tempo devi ricordarti anche che…

...‘n’do vai se la strategia non ce l’hai?

Eh sì, hai bisogno di una strategia, ovvero una mappa con la rotta da seguire per rimanere concentratə sulla meta e poterla raggiungere in modo più efficace.

Chi adotta una mentalità di crescita, chi utilizza lo Psico Shift Mindset, sa bene che non può fare a meno di costruire un piano strategico.

Un piano strategico ben delineato non è un lusso che possono permettersi solo le grandi aziende, ma un obbligo che hai nei confronti della tua attività professionale di psicologə o psicoterapeuta.

Non avere o non voler formulare una strategia precisa significa non avere degli obiettivi chiari prefissati. 

Vuol dire non sapere se le proprie competenze, le proprie risorse e i propri mezzi sono adeguati al raggiungimento dei propri obiettivi. 

Significa non poter capire se le azioni che metti in atto sono efficaci o meno.

E ti dirò di più: vuol dire anche non essere in grado di aiutare davvero i tuoi potenziali pazienti attraverso il tuo prodotto o servizio.

Cosa intendo?

Come abbiamo detto all’inizio, il marketing e la psicologia si pongono l’obiettivo di portare le persone a realizzare se stesse e questo non puoi farlo se non sai dove stai andando e come puoi arrivarci.

Come puoi aiutare i tuoi pazienti a diventare chi cercano di diventare e a risolvere i loro problemi se brancoli nel buio?

Se come professionista decidi di utilizzare il marketing per far crescere la tua attività, devi essere consapevole che definire e seguire una strategia è una responsabilità che devi assumerti nei confronti dei tuoi potenziali pazienti. 

Navigando a vista rischi di sbattere il naso contro il muro e farti molto male.

“Va bene Flavia mi hai convinto, ci tengo al mio naso. Ma come dovrebbe essere una strategia efficace?”

Un piano per essere davvero strategico deve offrire valore e trasformazione ai tuoi attuali e potenziali clienti.

Se ti interessa creare una strategia su misura per le tue esigenze per poter avere una presenza digitale efficace, costruire una reputazione online e attrarre pazienti in modo naturale (senza violare il codice deontologico) scrivimi a info@flaviatallarico.com e capiremo insieme quale sia per te la migliore strada da percorrere per raggiungere i tuoi obiettivi.

Adesso concedimi altri pochissimi secondi della tua attenzione perché siamo giunti alla fine di questo viaggio dentro al mindset dellə psicologə o psicoterapeuta digitale che sfrutta il web per riempire l’agenda di pazienti.

Voglio lasciarti con un’ultima considerazione:

mettere in discussione la nostra situazione attuale può essere l’inizio del cambiamento, quello che ci darà la spinta per migliorare la nostra vita.

Per qualcuno questa è la fine, per te spero sia solo l’inizio di un bellissimo percorso di trasformazione.

Ci vediamo sui miei canali social.

Un abbraccio,

Flavia

© Flavia Tallarico. P.Iva 03683780781. Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Lombardia N° 21977